LA FORZA DELLE COMPETENZE.

Dalla rabbia all’orgoglio: nasce la politica di nuova generazione.

In questi anni la politica ha interpretato il sentimento di rabbia della comunità per farne un pessimo uso. C’è un’altra politica: quella del quotidiano, che cerca di fare proprie le speranze, le preoccupazioni le ambizioni di quell’Italia che non si arrende, che, forte delle sue tradizioni, della sua cultura e della sua operosità, ha tutte le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista nel mondo, senza complessi di inferiorità verso nessuno. Questo è il momento di un nuovo sentimento umano e politico che sappia rappresentare l’orgoglio di un popolo che nei momenti di difficoltà sa mostrare il meglio dei suoi valori e del suo carattere. E’ il momento del coraggio, della partecipazione di  donne e uomini capaci di andare oltre il battibecco e di caricare sulle proprie spalle compiti gravosi, di non essere più “altro” rispetto alla comunità che rappresentano ma essere essi stessi comunità, partecipi e artefici del destino collettivo. Per dirla con Gandhi: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Non solo una scuola ma una “chiamata all’azione”.

Per questo “La Forza delle Competenze” non è solo la classica “scuola di formazione” ma un’autentica chiamata all’azione rivolta a chi è animato da sana passione, tensione morale e ideale, a chi vuole mettere la propria competenza al servizio della comunità.

Prima donne e uomini, poi persone impegnate in politica.

Per crescere, una classe dirigente deve avere un’identità, dei valori che consentano di essere alternativi sia alla vecchia politica, ridotta a compravendita di sé stessi e delle proprie idee, sia a quei movimenti che, in nome del potere, sono disposti a essere l’esatto opposto di tutto ciò che rappresentavano il giorno prima.

Radici profonde, azioni innovative.

L’autorevolezza della politica nasce dalla consapevolezza del proprio ruolo, dalla conoscenza delle proprie radici, dalla capacità di proporre soluzioni nuove a problemi che spesso si trascinano nel tempo. Diceva Einstein: ““Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose”. “La Forza delle Competenze” parte dalla padronanza delle storia della nostra civiltà politica, prosegue con gli strumenti concreti per la governance dei territori e continua allargando gli orizzonti dal quartiere, dal paese, dalla città, alla nazione, all’Europa.

L’etica che guida l’azione.

E’ una riscoperta dell’etica politica il filo del dialogo che “La Forza delle Competenze” vuole attivare con i partecipanti. Dall’adesione ai valori della vita, della famiglia, dell’impresa, del lavoro, della patria discende l’azione quotidiana, a partire dall’ambiente che ci circonda. Perché il più puro esercizio della propria libertà è quello di riappropriarsi degli spazi, di tramandarli alle nuove generazioni, di ricostruire la comunità con lo stesso coraggio che ebbero i nostri padri e i nostri nonni durante il Dopoguerra.

Immaginare il futuro, lavorare per anticiparlo.

Questo è il compito del politico moderno. Guardare oltre l’istante. Lo scenario in cui operiamo è molto cambiato rispetto a quello immaginato da diverse generazioni all’indomani del crollo del Muro di Berlino, dalla nascita dell’Europa Unita, dalla fine della Guerra Fredda. Da qui l’esigenza di scrutare oltre l’orizzonte e cogliere gli sviluppi della politica, della cultura, dell’economia dei prossimi 50 anni. Intuire oggi il domani per comprendere quali azioni intraprendere nel piccolo di un Comune come nella politica nazionale.

Fare squadra, essere leader, relazionarsi con la comunità. La capacità di decidere.

Le sfide che attendono la nuova generazione politica sono alte, ardue e chiunque pensasse di affrontarle in maniera solitaria, individualista o con atteggiamenti settari è destinato a soccombere. E’ fondamentale essere formatori di squadre, portatori di leadership e soprattutto sviluppare una delle competenze della politica: la capacità di relazionarsi con la comunità. A cominciare dal momento in cui si raccoglie il consenso per proseguire con la capacità di fare sintesi delle diverse sensibilità fino a quella di assumere decisioni.

I TEMI

IL MANUALE DEL CANDIDATO.

Guida alle elezioni e al ruolo di amministratore locale.

PASSIONE POLITICA E SERVIZIO ALLA COMUNITA’.

Le ragioni di una nuova mobilitazione.

La politica al servizio della comunità, non più il contrario.

IL DIALOGO CON LA COMUNITA’

La campagna elettorale: dal tradizionale “porta porta” al WEB.

Restare in contatto.

Tradizione e innovazione: dal santino al social-network

IL DIALOGO CON LA COMUNITA’

Story telling

STORIA DELLA POLITICA ITALIANA

La politica italiana dal Dopoguerra ad oggi.

I COMUNI, LA COSTITUZIONE, IL TESTO UNICO DEGLI ENTI LOCALI.

I principi costituzionali.

Le funzioni dei Comuni e il Testo Unico degli Enti Locali.

Provincia, Città Metropolitana, Unione di Comuni.

LA VITA AMMINISTRATIVA.

Lo status di amministratore locale.

Gli organi politici: Funzioni del sindaco, della giunta e del consiglio comunale.

Le delibere.

Interrogazioni, interpellanze, mozioni.

LE AZIONI.

I servizi pubblici locali.

LA RETE DELLA SOLIDARIETA’.

Le Politiche Sociali.

Il Piano Locale unitario dei servizi alla persona.

GOVERNO DEL TERRITORIO.

Le scelte strategiche: urbanistica, ambiente, città intelligenti.

I CONTI

Il bilancio comunale.

I fondi dell’Unione Europea.

I PROGETTI PER LA COMUNITA’.

Le opere pubbliche di interesse degli enti locali (infrastrutture di trasporto di interesse locale, abbattimento barriere architettoniche, edilizia di culto, sanitaria, cimiteriale e più in generale edilizia di interesse locale.

Il piano triennale per le opere pubbliche.

Come finanziare un’opera pubblica.

I Comuni e la programmazione territoriale regionale. Come partecipare.

Le lezioni avranno cadenza settimanale, gli orari saranno compatibili con gli impegni lavorativi. Il corso durerà da metà febbraio fino a maggio.

6 pensiero su “Presentazione e programma del corso in Webinar.”
  1. Eccellente iniziativa,
    ringrazio gli ideatori di questo progetto. Lo ritengo un percorso indispensabile non solo per chi vuole impegnarsi nel fare politica attiva ma anche per chi vuole acquisire o sviluppare una maggiore consapevolezza politica sulla realtà che viviamo e che in molti casi, per nostra stessa colpevole responsabilità, passivamente subiamo.

  2. Eccellente iniziativa, peraltro molto lodevole, per chi, gratuitamente, si impegna ad insegnare ed istruire le nuove leve su temi importantissimi relativi alla gestione della cosa pubblica da parte degli amministratori locali e tutta la dinamica in cui rotea il sistema elettorale prima, elettivo poi, con tutte le preziosissime indicazioni per formare una classe politica di tutto rispetto con ottime competente volte, non solo al governo ed alla amministrazione del proprio territorio ma anche e soprattutto alla crescita complessiva di un intero popolo. Complimenti vivissimi ai nostri organizzatori e onoratissima di iniziare il percorso formativo con voi.

  3. Finalmente una grande iniziativa aperta a tutti ! Competenza e professionalità da mettere nello zaino del proprio know-how….grazie per l’opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.